giovedì, marzo 19, 2009

Io odio dal più profondo del cuore tutti gli sparatori del mondo. Ritengo la caccia una inutilissima attività di persone con pochezza mentale indescrivibile aggravata da possesso di arma!!!!

Cicogna uccisa da un bracconiere..... Il suo compagno rimane a vegliarla
Da tre anni i due volatili vivevano insieme in un nido su un traliccio nelle campagne attorno a Correggio


CORREGGIO (Reggio Emilia) – Un bracconiere le ha sparato non appena lei ha messo la testa fuori dal nido che, insieme al suo compagno, aveva costruito su un traliccio dell’alta tensione. Il pallino del fucile l’ha colpita all’occhio e per lei non c’è stato scampo. E’ morta così, nei giorni scorsi, una giovane cicogna bianca che da tre anni viveva insieme al suo compagno in un nido su un traliccio a circa diciotto metri di altezza, nelle campagne di Correggio, in una zona in cui la caccia è vietata. Nella pancia, la cicogna custodiva cinque uova che di lì a poco avrebbe deposto. A scoprirlo sono stati i veterinari del Centro recupero fauna selvatica Lipu “Croce Alata” di Reggio Emilia, che hanno svolto l’autopsia sul corpo dell’animale.
-->-->
Le cicogne sono animali «fedeli»: una volta che la coppia si forma, per molti anni nidifica insieme e può crescere diverse decine di piccoli. E' stata distrutta una coppia che viveva libera, in natura. Al momento, in Italia vivono circa cento coppie di cicogne nidificanti. Quella di Reggio Emilia era tenuta sotto controllo dalle Guardie ecologiche volontarie dal 2006, quando aveva costruito il nido sul traliccio.


Che dire dell'ignobile disegno di legge Orsi sulla caccia in discussione in Parlamento....... andiamo avanti così...


1 commento:

aleka ha detto...

Che vergogna, queste cose mettono una rabbia, una tristezza tali. Viene solo da piangere..